COS’E’ UN INFOGRAFICA?

L’infografica serve per rendere le informazioni che vogliamo condividere più facili da comprendere anche se sono complesse mostrandole in maniera accattivante grazie all’utilizzo della grafica. Questa forma di comunicazione sarà più facile da comprendere anche se tratta argomenti scientifici o altri argomenti un po ‘troppo complessi da capire con le semplici parole. Le infografiche hanno un ruolo importantissimo nel mondo del marketing che sta diventando un mondo sempre più visivo.

COSA SONO LE INFOGRAFICHE

Le infografiche servono per rendere le informazioni che vogliamo condividere più facili da comprendere anche se sono complesse mostrandole in maniera accattivante grazie all’utilizzo della grafica. Queste informazioni saranno più facili da comprendere anche se trattano argomenti scientifici o altri argomenti un po ‘troppo complessi da capire con le semplici parole. L’infografica svolge un ruolo importantissimo nel mondo del marketing che sta diventando un mondo sempre più visivo.

 

A cosa servono le infografiche?

L’infografica è uno strumento versatile e può essere altrettanto utile per una presentazione, per un articolo di un blog, per un rapporto o anche per una brochure. Oltre ad essere uno dei modi migliori per spiegare facilmente un argomento complicato, rendono le informazioni più accattivanti. Un sistema visivo che terrà incollati i propri visitatori sul nostro sito web piuttosto che leggere moltissime righe di testo.

Le potenzialità dell’infografica

Per questo motivo, le infografiche sono molto più apprezzate e condivise sui social media. Almeno tre volte in più rispetto a qualsiasi altro tipo di contenuto testuale. Il concetto di trasmissione delle informazioni attraverso le immagini non è una novità. Se ci pensate, i geroglifici risalenti a migliaia di anni fa, erano la stessa cosa. Comunicavano storie e informazioni in maniera universale tramite la grafica. Infatti, tutti potevano capire e apprezzare meglio queste infografiche.

 

Le potenzialità

Per questo motivo, le infografiche sono molto più apprezzate e condivise sui social media. Almeno tre volte in più rispetto a qualsiasi altro tipo di contenuto testuale. Il concetto di trasmissione delle informazioni attraverso le immagini non è una novità. Se ci pensate, i geroglifici risalenti a migliaia di anni fa, erano la stessa cosa. Comunicavano storie e informazioni in maniera universale tramite la grafica. Infatti, tutti potevano capire e apprezzare meglio queste infografiche.

 

Come si sono evolute le infografiche

Erano molto meno sofisticati ma dimostrano che non siamo cambiati per quanto riguarda le informazioni visive. Quindi è facile capire perché l’infografica sia diventata così radicata nel content marketing. Nella SEO, l’infografica richiede un approccio leggermente diverso rispetto a quello che useresti in un post su un blog convenzionale.

immagini

Le immagini delle infografiche

j
Le infografiche sono tecnicamente solo immagini che in genere sono in formato immagine JPEG, PNG, GIF e altri formati

Bisogna tenere a mente che i motori di ricerca non possono leggere i testi nelle immagini come se fossero un contenuto testuale come ad esempio possiamo trovarlo in un post di un blog.

Contengono molte più informazioni di un’immagine normale, ma è così che li vede Google…
solo immagini.

Però, in una infografica ci sono molti altri elementi che si possono ottimizzare.

parole chiave

Le parole chiave dell’infografica

Non si potranno sfruttare le parole chiave nel corpo reale di un’infografica in confronto ad un testo, ma ci sono altre aree di nostro interesse dove è possibile inserirle come ad esempio il nome del file

La selezione del giusto nome del file è importantissimo

Si tratta di uno dei principali fattori che Google analizzerà per determinare di cosa tratta il tuo contenuto infografico.
Di certo, un immagine dal nome: infografica-la-storia-dell-evoluzione.JPG darà ai motori di ricerca un’informazione più dettagliata della nostra immagine piuttosto che: immagine12.JPG

Un nome di questo genere, non dice assolutamente nulla ai motori di ricerca. Invece, rinominare l’immagine con un nome adeguato consente ai motori di ricerca di comprendere esattamente di cosa tratta il tuo contenuto. La vostra immagine, collocata all’interno di un contenuto di una pagina web, deve avere necessariamente il tag ALT. Un tag molto importante, l’alternativa testuale di un’immagine che consente di sapere cosa contiene un’immagine da parte dei motori di ricerca.

Si tratta di uno dei principali fattori che Google analizzerà per determinare di cosa tratta il tuo contenuto infografico.
Di certo, un immagine dal nome: infografica-la-storia-dell-evoluzione.JPG darà ai motori di ricerca un’informazione più dettagliata della nostra immagine piuttosto che: immagine12.JPG

Un nome di questo genere, non dice assolutamente nulla ai motori di ricerca. Invece, rinominare l’immagine con un nome adeguato consente ai motori di ricerca di comprendere esattamente di cosa tratta il tuo contenuto. La vostra immagine, collocata all’interno di un contenuto di una pagina web, deve avere necessariamente il tag ALT. Un tag molto importante, l’alternativa testuale di un’immagine che consente di sapere cosa contiene un’immagine da parte dei motori di ricerca.

Prezzi

ConTaTTACI

aaronispa@gmail.com

@2018 Wolf Agency.
All Right reserved.